la dieta del giorno

qualcosina…


tanta roba

Ieri incontro informativo nel reparto dove voglio farmi seguire, hanno illustrato il loro modo di procedere e gli eventuali interventi che si prospettano, tanta roba sui cui riflettere.

Vi spiego con calma appena ho più tempo per scrivere… ho un po’ d’ansia però

aggiornamento

Glicemia a 108, buono no? Era 165 tre settimane fa…

La dieta prosegue fra alti e bassi, mi rendo conto che faccio casino con gli abbinamenti, tipo prosciutto e formaggio invece che o uno o l’altro oppure mangio la pasta ma poi ci scappa qualche grissino… però per quanto riguarda dolci e bevande zuccherate ho eliminato tutto e già questo mi sembra un traguardo.

Dal diabetologo mi han ripetuto i consigli alimentari, mi hanno dato la macchinetta per misurare la glicemia a casa, non dovrò farlo tutti i giorni ma ogni 2-3 giorni prima e due ore dopo un pasto e sta calando progressivamente, è un buon segno no? (dubbiosa e insicura… cerco conferme…)

Ho spiegato allo specialista che mi sono interessata per farmi seguire in un’unità di chirurgia bariatrica per prendere in considerazione un intervento, mi ha appoggiato nella cosa e incoraggiata, mi ha fatto mille raccomandazioni sull’alimentazione perchè è importante per mantenere a bado la malattia e soprattutto sul muovermi di più (ME PIGRA!) e nell’indossare scarpe, com’è che l’ha chiamate? Boh non mi viene… comunque intendeva scarpe da ginnastica serie con sostegno al piede per non affaticare le articolazioni, notare che ero lì in sandali e mi ha guardata un po’ storta (oh… fa caldo…)

Comunque mi ha salutato dicendomi: mi aspetto grandi cose da te!

…e quindi non è stato poi così male come me lo immaginavo… fra tre mesi di nuovo esami della glicemia per vedere come procede.

La bilancia ancora non dà segni di calo, ovvero sto aspettando che la smetta di darmi Err, però se mi appoggio alla maniglia della porta e mi sostengo un po’ con il braccio riesco ad avere un numero (si si ridete pure… ma scommetto che tutti quanti prima o poi si sono appoggiati a qualcosa per vedersi pesare un po’ meno)

Sono andata dalla dottoressa ieri, mi ha fatto l’impegnativa per una visita al centro diabetologia e mi ha dato indicazioni su una dieta da seguire, di sicuro eliminare tutti gli zuccheri (dai dolci alle bevande zuccherate, niente più succhi di frutta che son la mia droga) e dieta ferrea, ho cominciato, boh… vediamo… come sempre parto entusiasta e ligia al dovere.

Mi ha dato anche un farmaco da prendere metformina, da prendere ai pasti per ridurre la produzione del glucosio, me l’ha ordinato dicendomi di prendere mezza dose per i primi giorni perchè mi potrebbero dare nausea e diarrea finchè il metabolismo non si abitua… ecco appunto, da ieri son stesa, ho perennemente la nausea, la sensazione di buttar su da un momento all’altro, per non parlare del correr in bagno e son solo a mezza dose, non oso pensare come sarà quando prenderò tre pastiglie intere al giorno.

Poi mi ha fatto anche l’impegnativa per esser seguita dal centro disturbi comportamento alimentare ma siccome son fortunella il centro che c’è qui a Trento tratta solo anoressia e bulimia, non ho trovato nulla per l’obesità, domani telefono a quel centro lì e domando se io che ho un disturbo alimentare che mi porta ad essere obesa non ho gli stessi diritti di una che è anoressica… Ma so già la risposta, mi dirotterano sul servizio dietetica e nutrizione dove son già stata per due cicli di dieta uno a 17-18 anni e uno a 26/27 (circa? boh no mi ricordo) e si son sempre limitati a darmi la dieta e a dirmi in pratica arrangiati a dimagrire, mentre le anoressiche e le bulimiche invece vengon supportate da Medico nutrizionista, Medico Psichiatra, Psicologo, Dietista e Infermiere tecnico dell’educazione e riabilitazione psichiatrica.

Ah e quando ho telefonato al centro diabetologico mi son sentita chiedere dalla centralinista (o infermiera): “Ma mangi tanto?” (Prima di tutto mi dai del Lei e non del tu, perchè non mi conosci e mi devi trattare con cortesia ) Ma poi vi sembran domande? Ti sto leggendo un’impegnativa su cui c’è scritto che ho obesità e diabete all’esordio e mi vieni a domandare se mangio tanto… così…  quando le ho riletto obesità e diabete all’esordio mi ha chiesto se il mio medico mi ha dato delle informazioni sull’alimentazione e poi mi dice: “dai cerca di mangiare di meno e fatti una passeggiata ogni giorno” (stavo per dirle toh ha trovato in un lampo la soluzione a tutti i miei problemi)…
La mia voglia di andare a fare sta visita è pari a -15…

ebbene sì

Ho fatto gli esami del sangue la settimana scorsa, me li ha ordinati la dottoressa il giorno che ho buttato lì l’idea di un intervento…

Oggi ho ritirato il risultato degli esami… sono un’idiota, un’idiota, un’idiota, un’idiota, un’idiota, un’idiota…

Mi è venuto il diabete, sì, a forza di mangiare e mangiare e mangiare mi è venuto il diabete: Emoglobina glicata all’8,1% (quando dovrebbe essere tra il 4 e il 6) e di un valore di 65 (quando dovrebbe stare tra il 20 e il 42) e c’è proprio scritto che il livello decisionale per la diagnosi di Diabete uguale o superiore a 48. E il glucosio a 163 (valore medi 70-99)

Ho il diabete e non so che fare… non voglio cercare su internet perchè mi viene ancora più ansia di quella che ho, domani vado dalla dottoressa e mi faccio spiegare, le dirò: e adesso? che devo fare? Stasera mentre mangiavo con le amiche una pizza alle verdure senza mozzarella con la mia acqua naturale il mio cervello continuava a dire: ho il diabete, ho il diabete, ho il diabete… non son riuscita a dirlo a qualcuno… tengo tutto dentro, sempre!

Ho sempre più paura di non riuscire a cambiare tutto questo, paura che i grandi cambiamenti di persone che seguo su internet, su di me non funzionino, paura che morirò soffocata in questa enorme corazza di grasso

da leggere per capire

Da qualche giorno navigo su questo sito amiciobesi.it e in particolare sul loro forum mi sono anche iscritta ma la cosa che più mi ha colpito stamattina è il libro che è stato scritto con le testimonianze di molti utenti ed è scaricabile gratuitamente qui. Lo sto leggendo piano piano perchè continuo a piangere, perchè c’è scritto tanto di quello che io sento e non riesco ad esprimere e che addirittura faccio fatica a pensare e quindi leggo e mi si appanna la vista, è un misto di dolore e paura nel riconoscere tanta verità ma anche commozione e speranza nel sentire che non sono l’unica, che non sono sola, non sono sbagliata, non faccio schifo, non è vero che son senza forza di volontà, questa vergogna che non mi fa più uscir di casa, quest’arma di difesa che mi sta facendo più male che bene non la provo solo io… c’è chi ci è già passato da tutto questo e ha riconosciuto di essere ammalato di obesità, e ha combattuto questa malattia subdola, l’ha sconfitta ed è andato oltre iniziando a vivere una vita normale.

grrrrrr

Mia madre riesce a farmi imbestialire delle volte… Ma è possibile che io debba sempre e solo ricevere critiche da lei?

Non ha mai cercato di capirmi, di sapere veramente chi io sia, vede solo quel che vuol vedere lei ovvero una bambina che deve crescere e a cui bisogna dire tutto quello che deve fare e come fare… Ma cazzo! C’ho quasi 34 anni sarò capace di prendere delle decisioni da sola? Oggi perfino il fatto che bevevo mentre mangiavo ha dovuto criticare con quell’aria insolente e la voce da sapientona: “Lo sai vero che dicono che non bisogna bere così tanto durante i pasti…” oh… neanche stessi trangugiando ettolitri di chissà che… ero solo al mio secondo mezzo bicchiere d’acqua, due mezzi bicchieri d’acqua, in totale un bicchiere d’acqua… ma sarà mica bere tanto? e poi saranno cazzi miei se ho sete o no? Ed è sempre così, una critica dietro l’altra, mai in 3 anni che vivo da sola che mi sia venuta a dire che son brava a farmi tutto da sola, no deve solo fare paragoni con gli altri che son più bravi di me… Oggi le ho risposto che se il problema è che bevo ai pasti basta che d’ora in poi non metta più in tavola i bicchieri e le bottiglie, ma non solo per me ma anche per gli altri… e che se le do tanto fastidio non mi presento neanche più la domenica a pranzo, che me ne resto a casa mia e almeno sto tranquilla.

Tag Cloud