la dieta del giorno

Archivio per maggio, 2007

Chi sono?

Grazie alla bellissima OpulentaMente eccomi qua: anch’io ho compilato un chilometrico test, non sia mai che qualcuno mi nomini ed io non risponda:

Sono un Animale di Terra: Gatto
Sono un Animale d’acqua: Ippopotamo
Sono un Animale d’aria: Pipistrello
Sono una Pianta: Pianta grassa (un bel cactus con spine ovunque!)
Sono un Giorno: Sabato
Sono una Pietra: Labradorite
Sono un evento atmosferico: Nebbia
Sono un elemento: Fuoco
Sono un’arma: Bazooka
Sono un prezioso: Rubino
Sono un pianeta: Nettuno

Sono un libro: Il Dio del Fiume – Wilbur Smith
Sono un film: La Maledizione della Prima Luna
Sono una droga: Marja marja….
Sono un cibo: Pizzaaaaaaaaaaaaaa
Sono un obiettivo: Esser magra
Sono un sogno: Trasferirmi in Irlanda
Sono una canzone: What it Takes – Aerosmith
Sono una magia: Metamorfosi
Sono un manga: tipo un cartone animato? mmhhh… Heidi!
Sono un vestito: Abito gothic rigorosamente nero!
Sono un colore: Nero!

Sono un sentimento: Generosità 
Sono una paura: insetti
Sono un animale mitologico: Bacco
Sono un materiale: Legno
Sono una parola: No!
Sono un numero: 7
Sono una città: Parigi
Sono un paese: Irlanda
Sono un hardware: masterizzatore DVD
Sono un gioco per PC: Sim City4
Sono un gioco per PS2: …..non ne conosco

Sono un mostro: Vampiro
Sono un pensiero insistente: devo dimagrire, devo dimagrire, devo dimagrire…
Sono un oggetto di arredamento: letto matrimoniale
Sono un’abitazione: un castello abbandonato
Sono un oggetto magico: sfera di cristallo
Sono un odore: profumo da uomo
Sono un’immagine: Ritratti di persona in bianco e nero
Sono un software: Emule
Sono uno strumento musicale: Chitarra acustica
Sono una situazione imbarazzante: Venir criticata davanti ad un gruppo di persone

Sono un oggetto inutile: Un soprammobile inguardabile
Sono un personaggio della tv: la Sconsolata
Sono un telefilm: E.R.
Sono una pozione: un filtro per cancellare la memoria
Sono un peccato: gola
Sono un accessorio: Borsetta
Sono un gioiello: Piercing al naso
Sono un momento: ….passato…
Sono uno sport: Sport? cos’è???
Sono una materia scolastica: Economia Aziendale
Sono una classe: 5^ B p.e. Mercurio

Sono un cartone animato: Ma non c’era già sta domanda? Heidi
Sono una lettera: O
Sono un mese: Settembre
Sono un frutto: Ciliegia
Sono un gelato: Nocciola
Sono una festa: notte di San Silvestro
Sono una nazione: Irlandaaaaaaa
Sono una lingua: English
Sono un personaggio delle fiabe: La strega cattiva di Biancaneve
Sono uno dei sette nani: Brontolo
Sono un punto cardinale: ho perso la bussola!

Sono un dolce: Torta Millefoglie
Sono una parte del corpo: Capelli
Sono un nome: Chiara
Sono una stanza: La mia camera da letto, in disordine e strabordante di cose
Sono un pregio: Buonumore
Sono un difetto: Malumore
Sono un simbolo: ?
Sono un dio: ne esiste uno solo
Sono una bugia: Non so, non stavo ascoltando…
Sono una scusa: Ho mal di testa!
Sono una tortura: Il pianto insistente di certi bambini
Sono un bacio: Rubato da un uomo che non t’aspettavi

La novità sta che non nominerò nessuno, nella speranza di contribuire nel mio piccolo a fermare la catena di Sant’Antonio!

Annunci

Obiettivo

Se riesco a dimagrire come dico io mi compro

LA MOTO!!!

Adesso mi sentirei solo ridicola…

Pigrizia…

La mia natura pigra e indolente si sta facendo sentire più del solito, proprio adesso che dovrei muovermi, essere scattante e attiva per ottenere risultati dalla dieta. Il fatto è che lavoro 9-10 ore al giorno ad una scrivania perchè nel nostro settore siamo in altissima stagione di conseguenza quando la sera torno a casa e la domenica non ho nessunissima voglia di uscire per muovermi un po’… mi butto sul letto con il cervello che fuma e il più delle volte mi addormento di botto… è già tanto l’esser costante con le due lezioni di acquagym alla settimana. Sto esaurendo un po’ le energie, ma tengo duro ancora un mese e poi avrò più tempo per essere rilassata e per godermi qualche bella camminata in montagna, anche se poi avrò la scusa che "fa troppo caldo oggi per uscire!". In luglio poi me ne vado in vacanza e ricarico le pile… non vedo l’ora!

Oroscopo del cazzo!

Non ci credo all’oroscopo, in particolare non ci ho più dato peso dopo che un astronomo mi ha spiegato i concetti su cui si basano gli astrologi, mostrandomi con tanto di cannocchiale di notte in un prato di alta montagna (e qui partono i sorrisi maliziosi di tutte/i voi… ma credetemi in novembre, in montagna fa un freddo cane per far certe cose…) dicevo: mi ha spiegato che le costellazioni effettive sarebbero 13 e di dimensioni diverse il che rende difficile trasporle in un periodo regolare di 28/30 giorni sulla base di 12 segni dello zodiaco… Premetto che sono completamente digiuna di entrambe le scienze per cui la mia spiegazione non vuole scatenare le ire degli astrologi convinti!

Detto questo per farvi capire come l’oroscopo di stamattina che ahimè ho ascoltato, lo so lo so non dovevo, oltre a consigliarmi di aspettare qualche giorno per prendere una decisione di cambiamento in campo lavorativo (non ho da prendere nessuna decisione, qui sto e qui resto! il lavoro che faccio mi piace e perchè dovrei cambiarlo?) il cronista alla radio con un tono imperativo mi ha ordinato di MANGIARE DI MENO!!!

Adesso… chi cazzo è quell’astrologo che viene a dirmi di MANGIARE DI MENO????????? Si, si, meno, meno… LO MENO!!! (voce verbale del verbo menare, cioè picchiare!) Sono a dieta da dicembre, faccio la fame per quei miseri 7 chili persi e mi vengono a dire di mangiare di meno… Questo per comprovare quanto la mia convinzione di non credere agli oroscopi si fa sempre più ferma.

Bonprix

Eh si… non ho resistito. Anch’io mi sono data agli acquisti su internet: poca cosa, però fare shopping digitale mi è piaciuto e penso che ci riproverò quanto prima… La tentazione di comprare un intero furgoncino delle consegne in vestiti è forte, però… non si può, vabbè che lavoro da quasi 10 anni (azz… così mi sento vecchia) però ho appena prenotato un viaggio da 1500 euro (e spiccioli…) e quindi per un po’ dovrò limitarmi.

Bene i miei acquisti si sono rivolti all’abbigliamento, come pochi sanno e immaginano (non so perchè ma molte persone che non han problemi di taglie e che trovano sempre quello che cercano, non riescono a concepire il fatto che per le persone obese sia difficile trovare da vestire) la mia taglia sfora dalle canoniche 40 – 42 – 44 – 46 – 48 etc… indi per cui vestirmi con un certo gusto (intendo niente tendoni e sacchi inguardabili) è molto difficile.

Ho scoperto il sito bonprix con un sacco di cose carine e di tutte le taglie (c’è la mia, ma dopo la mia ce ne sono ancora tante!) e a prezzi molto convenienti. Siccome mi accingevo per la prima volta ad un acquisto on-line non volevo correre rischi di ritrovarmi tra le mani cose strane e immettibili, ho optato quindi per una maglietta verde militare in look doppiato con scollo a v (che al massimo se non mi fosse piaciuta avrei messo per casa) e un pigiama estivo (sempre comodo!). Oggi è arrivato (finalmente!) il pacco, la maglietta è molto bella, veste giusta e mi sta proprio bene e il pensare che mi è costata 9.00 € me la fa piacere ancora di più, il pigiama ce l’ho già addosso…

Unica pecca: i tempi di consegna sono molto lunghi, ho fatto l’ordine il 13 aprile e il pacco è arrivato oggi. Mi ero quasi dimenticata di dover aspettare una consegna in contrassegno se non fosse che ieri ha chiamato il corriere (di domenica!) per sapere se oggi c’era qualcuno a casa per il ritiro.  

Oggi sono più ciarliera del solito, ho un po’ di sonno, ma il ticchettio delle dita sulla tastiera stasera ha un suono piacevole. Volevo scrivere una cosa prima di andare a dormire, una sorta di sfogo, devo tirar fuori questo nodo che ho in gola e devo farlo su questo blog molto più privato perchè sull’altro blog non voglio che si legga.

La mia migliore amica ha il ragazzo da tre anni e mezzo, probabilmente l’anno prossimo si sposano, ma non è questo il problema, le voglio bene e se lei è felice sono felice anch’io, il fatto è che la sensazione che ho quelle poche volte che ci incontriamo è che lui non mi sopporti, mi rivolge la parola a stento, e se lo fa non mi guarda neanche in faccia. Io non gli ho fatto assolutamente nulla, non mi sono mai messa in mezzo quando lui trattava di merda lei, quando la faceva star male con i suoi capricci, le sue pretese, la sua inutile gelosia e il suo egoismo, le minacce di: o fai come voglio io o ci lasciamo, in tutte quelle occasioni io ho semplicemente offerto la spalla di un’amica su cui piangere e parole di comprensione, senza proferire parola su come avrei fatto volentieri del male a lui per come la trattava, o suggerimenti di piantare seduta stante quel bambino immaturo ed egoista, non ho voluto intromettermi, ho provato solo a farle capire di cercare di conoscere meglio la persona che ha a fianco e di non essere sempre e solamente lei a fare delle rinunce, ultimamente le cose tra di loro vanno meglio.

Però non penso di meritare l’indifferenza di lui nei miei confronti. La mia non è gelosia, sono io per prima a farmi da parte quando sento di esser di troppo, ma il sabato sera quando si esce in 5 – 8 – 10 o quanti si è, io voglio divertirmi e non sentirmi un fantasma, mi piace ridere e scherzare con gli amici, ma quando c’è lui (per fortuna mia fa un lavoro che lo porta a lavorare praticamente tutte le sere) mi sento esclusa, messa da parte. Oltre che parlare con gli altri cerco di parlare anche con lui ma praticamente si gira dall’altra, ogni tentativo di fare amicizia va a vuoto, credetemi: una persona così non rientrerebbe mai nella cerchia dei miei amici, non mi piace, ma invece sono costretta a trovarmelo davanti e scontrarmi con il muro di indifferenza che ha messo su per nessun motivo. Chissà forse quello geloso è lui ed è il suo modo per farmi capire che viene prima lui di me negli affetti della mia amica. Ma a me non interessa prendere il posto di nessuno, vorrei solo passare una serata serenamente con tutti quanti e non dover stare attenta a quello che dico o faccio per non esser guardata storta.

Motori di ricerca

Chi è approdato a me a mezzo motore di ricerca, cercava:

una dieta non tragica (e vabbè…);

qualcosa sull’acquagym (che peraltro costantemente seguo);

quante calorie ha un croissant (non ho mai parlato di croissant – qui da me le si chiama brioche);

consigli per essere anoressica (no… hai sbagliato qualcosina venendo da me);

la dieta del panino (e magari anche quella del paninaro);

la dieta del caffè (non bevo caffè… non mi piace… che dieta orribile);

la dieta del 7 (cos’è? d’accordo che il 7 è il mio numero fortunato però non capisco cosa possa centrare);

ma soprattutto "pollo dallo psicologo" (ecco… si… bè… che vuol dire? probabilmente anche i polli sono stressati, ma sorgono dei problemi di comunicazione dal momento che il pollo non sa parlare la nostra lingua e che lo psicologo non parla la lingua dei polli – oppure si riferiva a fare la figura del pollo davanti allo psicologo… chissà)

Attendo curiosa altre chiavi di ricerca che portano a me!

Ho scoperto inoltre di esser stata letta oltre che da persone qui in Italia anche da Regno Unito e Stati Uniti d’America (Good Morning/Good Evening) e da Francia (Bonjour/Bonsoir)!

 

Tag Cloud