la dieta del giorno

Archivio per novembre, 2007

vorrei sapere

Come fa il mio peso ad oscillare così tanto?

L’altro ieri ero 134, ieri 133, oggi 131,8 – 2,2 kg in due giorni… non è possibile… anche se fossero tutti liquidi sarebbero tanti comunque…

Ok ho la febbre, sudo tanto e mangio poco, bevo tanto però, acqua – the – spremute, come sempre…

Non che non mi faccia piacere a numeri vedere che son calata, ma poi appena guarisco quale sarà il mio peso giusto?

Torno a letto… mi gira la testa…

Un bacione a chi passa!

Annunci

influenza?

Sono in ufficio, è lunedì mattina e sarebbe già abbastanza questo per essere una giornata pesante, ma ho la febbre, non mi son misurata la temperatura, ma ho gli svarioni che mi vengono sempre quando ho la febbre, mi gira la testa e mi brucia la gola… uff…

Palestra

La palestra dove vado io è poverella… O almeno penso che lo sia… Non sono mai stata in altre palestre, ci sono tre sale belle grandi piene di attrezzi e marchingegni da tortura per fare pesi, mentre per fare attività aerobica la sala è una sola con due tappeti, tre step, sei cyclette. Però mi piace l’ambiente, gente normale e che si fa gli affari propri, ci si scambia un ciao e si lavora. L’istruttore che all’inizio mi ha detto che mi avrebbe seguita, spronata, costretta etc etc non c’è mai! Mi sembra di aver capito che ha avuto problemi alla schiena, però quelle poche volte che c’è riesce ad essere molto convincente con i suoi consigli e incentivi. Essenzialmente per ora mi limito a fare cyclette e tapis roulant, di solito 40 – 45 minuti sulla prima e 10 – 15 sul secondo, più esercizi di stretching e addominali. Il bello è che quando vado a pausa pranzo tra le 13.30 e le 14.50 c’è pochissima gente per non dire nessuno, ho tutta la sala per me, mi metto sulla mia bella cyclette (ormai mi ci sono affezionata) con un libro da leggere, imposto il timer e Start! L’altro giorno visto che non c’era nessuno ho provato a salire anche su qualche altra macchina, tipo lo step… Ma come funziona??? Cioè mentre io sono li sulla bicicletta, la sera che c’è più gente, gli step son sempre pieni di persone che ballonzolano tranquillamente su e giù in perfetto equilibrio, c’è una ragazza che addirittura si mette a leggere mentre fa step… Io invece per prima cosa mi stavo disarticolando le gambe per salirci perchè le pedane per i piedi una era giù e l’altra era su, ma poi una volta messe a pari mi sentivo in precario equilibrio e come provavo a muovermi mi sembrava di cadere… Che figura!!! Per fortuna non c’era proprio nessuno… in qualche maniera son scesa e son tornata al mio normalissimo tappeto, l’ho acceso, l’ho messo in salita e di buon passo mi sono incamminata!

Sabato son ricaduta. Coppa di gelato dopo cena, seguita poi dal gin lemon al pub, seguita poi dalle patatine alle 2 di notte nella pizzeria di un mio amico.

Che poi sto male quando mangio così, mi prende il mal di stomaco e poi mal di pancia…

Possibile che riesco così facilmente a farmi del male?

 

Resisto

5° giorno no-sgarro

Devo solo non cedere alla tentazione di continuare a pesarmi perchè non serve a niente. Stabilisco un giorno a settimana in cui pesarmi e poi ricaccio la bilancia in fondo all’armadio per i restanti 7 giorni.

Novità?

Novità? Poche…

Le ferie dalla dieta mi han riportato al mio peso originale se non a qualcosina in più, sono arrivata a sfiorare i 138.

In luglio ho impunemente rimandato l’incontro dal dietologo posticipandolo ad ottobre.

A metà settembre mi sono iscritta in palestra.

Ai primi di ottobre al controllo ero a 132. Il prossimo appuntamento è per il 7 dicembre.

E questa cosa che ho due mesi fra un controllo e l’altro è dannosa… perchè a fine ottobre ero di nuovo a 136.

Stamattina ero di nuovo a 132.

Salgo e scendo sempre dei soliti 4 – 6 chili, ma non riesco ad andare sotto quei maledetti 130. Che poi lo so che se riuscissi a vedere 129 sulla bilancia poi sarei molto più motivata.

In palestra adesso ci vado tutti i giorni, un’ora al giorno, tra cyclette, tapis rulant ed esercizi d’addominali e stretching. 5 ore alla settimana. Per una pigra come me è tantissimo. Con la dieta tengo duro, anzi mangio forse meno di quello che dovrei / potrei…

Ma son quei maledetti attacchi che non ho imparato a controllare.

La soluzione sarebbe a portata di mano, una telefonata al numero di quella psicologa che tengo da febbraio dentro al portafoglio, ma non ci riesco…

Non so se la mia è una richiesta d’aiuto… Non so…

So che oggi avevo bisogno di sfogarmi e per questo ho riaperto il blog, perchè è da tre giorni che mi trattengo, tre giorni che non faccio sgarri, tre giorni che mi impedisco di fermarmi al supermercato, al panificio, al bar, alla pizzeria o ovunque ci sia del cibo…

E comincio a diventare nervosa…

Ricomincio

Riapro.

Riprovo.

Rispero.

 

Tag Cloud